Sviluppo della metodologia CLIL

banner centenario im

activity

PON MI FSE FESR

PON MI FSE FESR

Carlo Gines (16 anni) – 3^U (scienze applicate)Gines Carlo

Presentati!

Ciao, mi chiamo Gines Carlo, frequento il corso delle scienze applicate e sono nella sezione 3^U.

Raccontaci: qual è la tua passione e come è nata?

Beh, la mia più grande passione è la musica e in particolare amo suonare il pianoforte, motivo per il quale frequento il Conservatorio. Ho scoperto questo strumento quando ero in seconda media grazie alla mia professoressa di musica che mi aveva invitato a partecipare ad alcune sue lezioni di piano. Da quel momento ho scoperto un nuovo mondo, una nuova passione e tutt’ora la porto avanti, come detto prima, grazie al conservatorio.

 Da quanto tempo suoni e perché hai scelto di fare il Conservatorio?

Suono da sei anni, ma ho iniziato a farlo seriamente solo da quattro. Ho scelto di fare il Conservatorio perché mi interessava questa realtà e per approfondire meglio la conoscenza di questo strumento.

Raccontaci del Conservatorio…

Il Conservatorio è come una seconda scuola: vai lì e segui delle lezioni particolari, come solfeggio, canto corale e strumento. Generalmente le lezioni di solfeggio e canto corale durano un’ora e mezzo, mentre quelle di strumento variano di anno in anno. Inizialmente duravano mezz’ora due volte a settimana, ma andando avanti il programma è diventato più pesante e le ore sono aumentate quindi si può anche decidere di non dividere più le ore e vedersi un solo giorno alla settimana per un periodo più lungo.

Scusa se ti interrompo, ma cosa c’entra nel tuo caso canto corale?

Ora come ora principalmente niente, per imparare ad ascoltare gli altri e come bagaglio culturale nel caso da grande si voglia entrare a far parte di un’orchestra.

Riesci a portare la tua passione nella realtà del “Marconi” e come riesci a gestirti?

L’anno scorso avevo partecipato ad un corso organizzato dalla professoressa Sara Dieci, ma purtroppo ho dovuto abbandonare per mancanza di tempo. La scuola mi porta via numerose ore e gestire attività extrascolastiche oltre al conservatorio mi viene difficile. Devo suonare lo strumento almeno due ore al giorno per ottenere dei risultati concreti, per cui anche quando sono libero devo sempre mettermi avanti per riuscire ad avere delle soddisfazioni anche a scuola.

E, piccolo aneddoto, a volte mi viene davvero difficile gestire i miei orari perché al mio vicinato dà fastidio se suono dopo le sei, quindi sono costretto, quando possibile, a fermarmi in un’aula vuota del Conservatorio.

Pensi che questa esperienza ti abbia cambiato?

Questa esperienza è sfiancante però sicuramente sì, mi ha aiutato a crescere, a capire meglio i miei obiettivi e ad organizzarmi meglio, nonostante le mie giornate siano sempre piene.

Hai mai partecipato ad un concorso?

Sì, ho partecipato a dei concorsi accademici del Conservatorio. Non credevo nemmeno di passare le selezioni, però alla fine ce l’ho fatta anche se non ho vinto nulla.

Ora ho intenzione di iniziare a farne alcuni insieme ad un mio amico violinista. Vedremo quel che accadrà…

A proposito, fai parte di qualche gruppo?

No, non faccio parte di nessun gruppo, però approfitto della situazione per dire a chiunque suoni uno strumento voglioso di creare un gruppo di contattarmi, perché ho veramente bisogno di suonare con qualcuno!

Ora una domanda un po’ più personale: i tuoi ti sostengono?

I miei, sì, mi sostengono molto. Loro sono molto orgogliosi di me e quindi, quando magari non ho voglia di suonare perché sono stanco o perché sono giù, mi spronano ad esercitarmi poiché credono molto nel mio potenziale. Pensa che a volte dicono in giro che faccio il Conservatorio a gente a caso!

Vuoi lasciare un messaggio a chiunque voglia intraprendere questo percorso musicale?

Questo percorso è davvero complicato, inutile mentire, ma con impegno e dedizione ci si può riuscire e si arriva ad un punto in cui si è orgogliosi di sé stessi e ci si sente appagati. Se però non si è pronti a prendere le cose seriamente, è inutile farlo.

Un consiglio che do è quello di fare le cose al tempo giusto, anche le cose più stupide che sembrano semplici e inutili vanno fatte per poter migliorare sé stessi… non va mai sottovalutato nemmeno un solfeggio!

Cos’hai in mente per il futuro?

Sinceramente non lo so. Una volta finito sia il Liceo sia il Conservatorio devo fare l’Università, perché il percorso musicale fatto non è abilitante e dovrei studiare altri anni. In ogni caso vorrei prima dare precedenza alla scuola e fare un percorso di ingegneria oppure matematica. Una volta ottenuta questa laurea pensavo di riprendere seriamente il pianoforte e poi si vedrà…

 

Intervista realizzata da Frati Francesca (3^L)

Liceo Scientifico "Guglielmo Marconi" di Parma - Erasmus +

Liceo Marconi di Parma - DELE

Liceo Scientifico "Guglielmo Marconi" di Parma - SIELE

Liceo Scientifico "Guglielmo Marconi" di Parma - DELF

Liceo Scientifico "Guglielmo Marconi" di Parma - Cambridge Qualifications

Informazioni

Indirizzo   Via Costituente 4/A, 43100 (PR)
Codice   PRPS030009
Telefono   0521282043
Fax   0521231353
Email   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pec   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cod. Uni   UFNCYE

Privacy

Codice in materia di protezione dei dati personali a tutti gli utenti che si collegano al sito www.liceomarconipr.edu.it, al fine di rendere edotti gli stessi in ordine alle modalità e finalità di trattamento dei loro dati personali.


Leggi

Cookie

I cookies sono porzioni di codice, installate nel browser, che hanno quale funzione principale l’agevolazione della navigazione da parte dell’utente. Secondo quanto previsto dalla European Cookie Law alcune finalità di utilizzo potrebbero necessitare di un consenso espresso da parte dell’Utente. 

Leggi