Progetto della rete CLIL PR/PC

PROGETTO DI RETE

TITOLO DEL PROGETTO: LINKED TOGETHER & CONNECTEZ-VOUS

NOME DELLA RETE DI SCOPO: CLIL PR/PC

CAPOFILA: LICEO SCIENTIFICO-LINGUISTICO MARCONI DI PARMA

SCUOLE COINVOLTE:

  1. Liceo delle scienze umane Sanvitale di Parma
  2. ITIS Da vinci di Parma
  3. Liceo artistico Toschi di Parma
  4. Liceo scientifico Ulivi di Parma
  5. Convitto nazionale M. Luigia di Parma
  6. ITES Melloni di Parma
  7. IS Cassinari/Tramello di Piacenza
  8. Liceo delle scienza umane Colombini di Piacenza
  9. Liceo ginnasio statale Gioia di Piacenza

CARATTERISTICHE DELLA RETE DI SCOPO:

Le scuole che costituiscono la Rete fanno parte della rete di scopo per la formazione CLIL di Parma con capofila Liceo scientifico-linguistico Marconi. I docenti DNL delle scuole in rete hanno pertanto partecipato

  • ai Corsi linguistici organizzati dal Liceo Marconi per i docenti per lo sviluppo della metodologia clil DD 821/2014 DD 864/2015
  • al Corso metodologico CLIL svoltosi nell’anno 2014-2015 in collaborazione con l’Università degli studi di Parma.

La rete dispone di docenti DNL formati secondo la metodologia clil, con competenze linguistiche adeguate di livello almeno B2 e che hanno già sperimentato strategie di cooperazione.

OBIETTIVO del PROGETTO:

Il progetto e-clil secondo ciclo Linked together & connetctez-vous ha come obiettivo la progettazione, sperimentazione di moduli CLIL con l’uso delle ITC per l’insegnamento di DNL in lingua inglese nelle V dei licei e degli istituti tecnici, e in lingua francese nelle V dei licei linguistici e dei licei e degli istituti tecnici ove è insegnata la seconda lingua straniera. Il prodotto finale è un e-book di rete comprendente moduli su tematiche del ‘900 in lingua inglese e francese

CARATTERISTICHE DEI TEAM DI LAVORO:

Il progetto è stato realizzato mediante la collaborazione tra docenti DNL, docenti di lingua inglese e francese, docenti madrelingua.

Sono stati costituiti sei Team disciplinari e interdisciplinari con docenti afferenti alle diverse scuole che costituiscono la rete che hanno lavorato sui seguenti temi:

  1. I nazionalismi tra ‘800-900 (in lingua inglese)
  2. L’elettromagnetismo e le sue conseguenze nel ‘900 (in lingua inglese)
  3. Le organizzazioni internazionali tra diritto, economia e scienze umane (in lingua inglese)
  4. L’elaborazione dei segnali analogici e digitali (in lingua inglese)
  5. Reti di computer (in lingua inglese)
  6. L’Unione europea (in lingua francese)

I docenti dei team hanno condiviso materiali sulla piattaforma di rete EDMODO creando un ambiente virtuale in Cloud ed hanno progettano i moduli secondo i parametri condivisi durante le riunioni di rete.

METODOLOGIA E TECNOLOGIE ADOTTATE:

Nella progettazione dei moduli la metodologia adottata si fonda su attività di cooperative-learning per favorire un monitoraggio dei processi di apprendimento e su meccanismi di expectancy grammar distribuendo nelle diverse fasi della lezione processi di anticipazione e di facilitazione con attività guidate di comprensione (orali e scritte) e di produzione (orale e scritta).

I moduli sono organizzati in unità didattiche di apprendimento. Ciascuna unità comprende:

MOTIVAZIONE

1) Attività di elicitazione delle conoscenze pregresse e di contestualizzazione dell’argomento generale.

2) Attività di anticipazione sui contenuti del testo e sulle parole-chiave, basate sul paratesto o sulla formulazione di ipotesi a partire da altro tipo di input. (expectancy grammar)

TESTO (autentico o ad alta comprensibilità)

3. Brevi attività di lettura o ascolto per facilitare il primo approccio al testo e guidare la verifica delle ipotesi formulate nella fase precedente.

COMPRENSIONE

4. Attività per comprendere i contenuti essenziali alla comprensione globale del testo.

5. Attività per comprendere le informazioni specifiche e implicite presenti nel testo.

6. Attività per analizzare la struttura del testo (elementi di coerenza e coesione) necessarie alla sua comprensione.

7. Attività per comprendere e fissare il lessico essenziale alla comprensione globale del testo.

ANALISI

8. Attività per osservare e riflettere sulle strutture linguistiche tipiche della microlingua presenti nel testo.

9. Attività per lavorare sul lessico della microlingua.

RIELABORAZIONE

10. Attività di produzioni orali e scritte, prevalenti nei compiti scolastici (interrogazione, riassunto, risposta a domande aperte o chiuse, tesina, etc.)

11. Possibili (una tantum) attività di approfondimento che prevedono l’impiego di

attività ludiche, della didattica progettuale (project work).

Globalmente il piano di progettazione dei moduli Clil concordato tra docente di disciplina e docente di lingua ha le seguenti caratteristiche

  • Coerente con i livelli linguistici e disciplinari degli studenti
  • Fruibile in ambienti di apprendimento cooperativi
  • Strutturato secondo un’organizzazione che tenga conto di esigenze glottodidattiche
  • Adattabile a diversi contesti-classe e a diversi indirizzi di studio
  • Contenente materiali fruibili in modo multimodale
  • Strutturato in modo interdisciplinare e completo di attività di verifica e di supporto agli apprendimenti

I Moduli didattici prodotti sono fruibili online da piattaforma e-learning, tramite LIM, Tablet o dispositivi mobili.

SPERIMENTAZIONE DEI MODULI NELLE CLASSI:

I moduli didattici sono stati sperimentati in almeno due classi di ciascun istituto nel periodo settembre-gennaio 2016. Per la sperimentazione didattica sono state impiegate le tecnologie didattiche già presenti nelle scuole Tablet, Lim, aule 2.0, Til ed eventuali dispositivi mobili degli studenti. I risultati della sperimentazione sono stati monitorati tramite valutazione di medio termine in riferimento ai seguenti parametri: livelli di difficoltà degli studenti, livelli di apprendimento, risultati delle verifiche in itinere e finali, fruibilità dei materiali online, report con feedback di alunni e genitori.

FINALITA’ ED OBIETTIVI DEL PROGETTO

Disciplinari:

  • Favorire l’apprendimento di contenuti disciplinari in lingua straniera su temi chiave del novecento
  • Approfondire e diffondere la metodologia clil per discipline strategiche all’interno del sistema della formazione liceale e tecnica
  • Favorire l’interdisciplinarità come approccio didattico tra discipline e il confronto tra approcci didattici delle discipline nei diversi paesi europei

Linguistici:

  • Migliorare i livelli linguistici degli alunni tramite l’apprendimento di una disciplina in lingua straniera

Trasversali:

  • Favorire l’autonomia di studio e il lavoro di gruppo
  • Favorire l’approccio induttivo e il protagonismo attivo degli studenti tramite la produzione di materali digitali
  • Favorire lo scambio e la condivisione di processi tra scuole del territorio provinciale

Digitali

  • Elevare le competenze digitali e multimodali uniformando i livelli tra docenti e studenti
  • Favorire una didattica digitale tramite l’uso di ITC e ambienti di apprendimento innovativi (uso di piattaforme digitali e materiale multimediale)

L’e-book di rete sarà pronto entro gennaio 2017 e sarà presentato in un seminario che coinvolgerà le scuole del territorio.

MODULI oggetto della sperimentazione:

  1. I nazionalismi tra ‘800 e ‘900 (in lingua inglese) a cura di Raimondi Luisa, docente di storia CLIL; Valeria Caponetti, docente di storia CLIL; Patrizia Grandini, docente di storia CLIL; Libera Alexandratos, docente di storia CLIL; Joanna Wnek, lettrice di lingua.
    1. Imperialism
    2. World War I
    3. The nazi Germany
  2. L’elettromagnetismo e le sue conseguenze nel ‘900 (in lingua inglese)
  3. Le organizzazioni internazionali tra diritto, economia e scienze umane (in lingua inglese) a cura di Isabella Cantarelli, docente di diritto CLIL; Carlotta Carra, docente di diritto ed economia CLIL; Simona Zanelli, docente di diritto ed economia CLIL; Cinzia Cotti, docente di scienze umane CLIL; Silvia Rizzi, docente di lingua e letteratura inglese; Joanna Wnek, lettrice di lingua inglese
    1. Sustainable Development
    2. Dignity and Human Rights
    3. European Union 1
    4. European Union 2
    5. Globalization
  4. L’elaborazione dei segnali analogici e digitali (in lingua inglese) a cura di Silvia Padoan, docente di elettronica CLIL e Silva Asinari, docente di lingua e letteratura inglese
  5. Reti di computer (in lingua inglese) a cura di Silvia Vescovini, docente di informatica CLIL e Maddalena Caruso, docente di lingua e letteratura inglese
  6. L’Unione europea (in lingua francese) a cura di Chiara Palù, docente di storia EMILE e Natalia Nadotti, docente di lingua e letteratura francese
Thomas Palmia della classe 5S opzione Scienze Applicate ha vinto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi Italiane di Informatica che si sono svolte dal 17 al 19 settembre a Matera. Seguire questo collegamento per ulteriori informazioni.
Seguire questo collegamento per consultare il calendario delle sessioni di esame ECDL per il presente anno scolastico.
La nostra scuola ha aderito alle iniziative "Un click per la scuola" (promossa da Amazon) e "Amici di scuola" (promossa da Esselunga). Seguire questo collegamento per maggiori informazioni.
Seguire questo collegamento per leggere il calendario scolastico relativo all'a.s. 2019/2020.
Studenti del Marconi in Alternanza scuola-lavoro presso le Istituzioni comunitarie a Bruxelles. Maggiori informazioni a questa pagina.
Si comunica che le proposte relative al servizio di orientamento in uscita sono pubblicate sul sito del Liceo e continuamente aggiornate. Si invitano gli studenti delle classi 4° e 5° a consultare gli avvisi per partecipare alle iniziative di loro
Top